Scegli la zona di Roma in cui vuoi soggiornare?

Home Città del Vaticano - Prati

Città del Vaticano - Prati

Nessun hotel inserito

Cosa vedere nella zona “Città di Vaticano – Prati”

Città del Vaticano - Prati
Meta assolutamente impossibile da non visitare per chi decide di recarsi a Roma per un weekend o una vacanza in generale è sicuramente la Città del Vaticano e i suoi dintorni, che fanno parte del quartiere Prati-Delle Vittorie.

Per potersi muovere al meglio e sfruttare tutto il tempo che si ha a disposizione, senza buttarne via per spostamenti vari e lontani, è sicuramente preferibile riservare una stanza in uno dei tantissimi hotel della zona. Che siano a cinque, quattro o tre stelle, in base al budget prestabilito, si potranno sicuramente trovare sistemazioni consone e offerte vantaggiose, sicuramente di più in alcuni periodi dell’anno piuttosto che in altri.

Scegliendo la sistemazione più adatta alle proprie esigenze, chi sceglierà di muoversi con la metropolitana dovrà utilizzare la linea A e le fermate che interessano queste zone in questo contesto sono quelle di Valle Aurelia, Cipro, Ottaviano (Città del Vaticano), Lepanto, Flaminio.

Il piccolo Stato Vaticano è la culla del Cattolicesimo da sempre e la notevole Basilica di San Pietro ne è il suo fulcro. Oltre ad essere uno Stato a sé stante, il Vaticano è un microuniverso meraviglioso ed estremamente particolare, dove è si possibile accedere, ma solo in determinati punti ed in determinate circostanze.

Per vedere la più celebre Basilica del mondo si può percorrere la grande via della Conciliazione, realizzata  nel 1936 in seguito alla riconciliazione tra l’Italia e la Santa Sede avvenuta nel 1929 con i Patti Lateranensi. In alternativa si può raggiungere Piazza San Pietro attraverso via di Porta Angelica che, da piazza Risorgimento porta alle Mura Leonine.  La visita accurata e minuziosa della Basilica di San Pietro e della sua grande Cripta, impegna alcune ore per cui è forse preferibile, prima di questa visita, raggiungere i vicini Musei Vaticani per ammirare gli stupendi capolavori artistici conservati all’interno, come le quattro Stanze di Raffaello, scelte come appartamento papale da Giulio II, e la Cappella Sistina, che attira milioni di turisti ogni anno e che lascia davvero a bocca aperta per tutto il suo splendore e la sua maestosità. All’interno della Cappella Sistina, sarà opportuno fare molta attenzione alle regole da rispettare per fare fotografie e anche per il chiacchiericcio, infatti sarete circondati da personale apposito, che a qualsiasi piccola effrazione vi riprenderà invitandovi ad uscire.

Cosa molto importante da sapere e da considerare è che i dintorni di San Pietro sono composti tutti da zone bellissime e degne di nota, che sicuramente meritano di essere visitate: è impossibile rinunciare a conoscere la meravigliosa storia di Castel Sant’Angelo, ammirare la Mole Adriana e i suoi verdi giardini e il maestoso ponte Sant’Angelo,brulicante di artisti di strada che allietano le passeggiate dei turisti.

Il vicino Arciospedale di Santo Spirito è il più antico di Roma (da non confondersi con l’Ospedale di Santo Spirito tutt’ora in funzione) e fu edificato dove prima si trovava la Schola dei Sassoni. Ad oggi il Santo Spirito è un enorme complesso monumentale, chiamato Santo Spirito in Saxia, e si compone di quattro parti principali: il Palazzo del Commendatore, la Corsia Sistina, l’Antica Spezieria e la Chiesa.

La soluzione migliore per visitare al meglio il quartiere, per prenderci sonfidenza e per non perdere nessuna delle sue meraviglie, è quella di spostarsi a piedi e dopo aver lasciato la zona di Borgo, di inoltrarsi verso l’elegante quartiere Prati-Delle Vittorie, caratterizzato da un’ architettura in stile Umbertino dove non mancano contaminazioni Neo-barocche e in stile Liberty.

Mirabili esempi di questo tessuto urbano sono visibili nella costruzione del Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II, in piazza Bainsizza, in piazza dei Quiriti e nei tanti villini che si incontrano sul percorso, realizzati in architettura prettamente Liberty, che costellano il territorio la cui storia è legata ai primi tempi del Regno d’Italia, quando la capitale italiana fu definitivamente spostata a Roma e dove vennero per la prima volta ubicati i vari ministeri dell’epoca.

Tutto questo si tradusse per la città di Roma in una valanga di nuove opportunità di lavoro, legate alle tante strutture pubbliche che furono aperte nella capitale e che avevano necessariamente bisogno di funzionari ed impiegati.

La zona di Prati si rivelò un luogo estremamente strategico per i tanti dipendenti del settore pubblico, che vi trovarono nuove abitazioni dove risiedere.

Ovviamente, al giorno d’oggi la realtà di questo quartiere romano è molto differente: la popolazione residente si è  davvero ridotta al minimo, e quelle che un tempo furono confortevoli e spaziose case di famiglia, si sono trasformate in moltissimi uffici e luoghi di lavoro.

La vicinanza con il Tribunale di Piazzale Clodio e con il cosiddetto ‘Palazzaccio’ di piazza Cavour – oggi sede della Corte Suprema di Cassazione- nonché con gli uffici della RAI di viale Mazzini e la storica sede della TV di via Teulada, sono chiaramente molti elementi che determinano l’esigenza di molti professionisti di avere il loro ufficio proprio in questa specifica parte di Roma.

Nonostante, come già detto in precedenza, la perdita di una grande parte della popolazione residente, Prati è comunque rimasto un quartiere ricco di elementi molto interessanti per chi decide di passare una giornata in questo quartiere, o di alloggiarci con il proprio hotel.

Si possono trovare moltissimi locali, pub davvero carini, ristoranti a cui vale la pena fermarsi per consumare un bel pasto, senza poi dimenticare cinema e teatri.

Sicuramente, per un turista, che voglia trascorrere solo un weekend a Roma, o che voglia concedersi una vacanza leggermente più lunga, alloggiare in questo quartiere permette di vivere liberamente la città, permette di spostarsi senza problemi, che sia a piedi, con i mezzi pubblici e, perché no, la metropolitana (rigorosamente linea A).

Non mancano hotel che offrono servizi di parcheggio, altro punto a favore di questa zona di Roma, così da poter lasciare la macchina al sicuro senza avere lo stress di doverne cercare uno in una zona così trafficata e brulicante di professionisti. Anche questo vi permetterà di godervi la città a piedi, senza tralasciare nessuno scorcio.